Curare l’ansia sociale

Home 9 News 9 disturbi d'ansia 9 Curare l’ansia sociale

Nell’articolo precedente abbiamo capito cos’è l’ansia sociale, se non lo hai letto ti consiglio di farlo prima di proseguire con la lettura. Capire cos’è l’ansia sociale, ti permetterà di comprendere meglio come curare l’ansia.

Letto? Bene, andiamo avanti e cerchiamo di capire come curare l’ansia sociale.

Come curare l’ansia sociale?

Abbiamo visto che l’ansia ci crea un malessere così intenso che facciamo di tutto per non provarla; in che modo? Evitando quelle situazioni in cui potremmo sperimentarla. Quindi, se soffriamo di ansia sociale, eviteremo le situazioni sociali. Apparentemente, questa strategia sembrerebbe funzionare, tuttavia rimanda soltanto il problema, non lo risolve.

Vediamo adesso cosa fare per ridurre realmente l’ansia sociale. Primo, ricorda che l’ansia sociale è creata dai pensieri che fai, cioè da come interpreti una situazione sociale. Cerchiamo di capirlo meglio con un esempio.

Una tua amica ti invita alla sua festa di compleanno. Accetti, ma alcuni giorni prima della festa inizi a sentirti a disagio. Molto probabilmente starai pensando qualcosa del tipo “Ci saranno persone che non conosco, con cui potrei avere difficoltà a chiacchierare, perché potrei non avere niente da dire. Rischio di stare in disparte la maggior parte del tempo”. Oppure “Chissà cosa penseranno gli altri di: come sarò vestita/del mio aspetto fisico/ del fatto che non ho un lavoro/ecc..”.

Questi sono solo esempi, ma è probabile che ti sarà già capitato di fare pensieri simili. Quando pensieri di questo tipo passano per la mente, ti immagini di essere in una situazione futura (che al momento non esiste) e la vivi come pericolosa o frustrante e, dunque è possibile che per non stare male, eviti di andare al compleanno della tua amica.

Ma, aspetta un momento… Ti rendi conto che in realtà quello che stai pensando non esiste? Che sono solo pensieri? Sì? Bene, allora quello che puoi fare è immaginare che alla festa gli altri invitati penseranno a te in maniera positiva o quantomeno neutra. E anche che potrebbe accadere che non chiacchiererai con tutti, ma con qualcuno sì. Anche questi sono pensieri e quindi sono soltanto ipotesi, ma almeno non ti faranno sentire inutilmente in ansia.

La cosa importante è che tu vada alla festa; quel che conta è che non ti sottrai a situazioni che pensi possano provocarti disagio. Non cedere agli evitamenti!

Questo è importante, perché è solamente vivendo le situazioni che temi, che potrai avere un riscontro dalla realtà. Solo andando alla festa potrai avere la conferma o meno di quello che pensi. La maggior parte delle volte, la realtà ti mostrerà che i pensieri che creano ansia, non non trovano conferma nella realtà e quindi che non hai nulla da temere.

Al contrario, se tu scegli di evitare di andare alla festa, e in generale se eviti ciò di cui hai paura, avrai sì placato l’ansia, ma non saprai mai come sarebbe andata realmente. Ed è un gran peccato, perché rinunci a ciò che la vita ha di bello da offrirti.

Spero di esserti stato utile.

 

A presto

Santo La Monica